A Montemerano si vive ancora oggi la storia, tra le sue antiche mura sopravvivono ancora oggi storia, cultura ed antichissime tradizioni…

Le robuste mura di Montemerano, risalenti al XV secolo, non nascondono la bellezza e il romanticismo di questa piccola città. Poco si sa circa Montemerano prima del XII secolo, ma i Montemeranesi hanno le loro idee sulla sua origine: sostengono infatti che la cittadina collinare una volta fu il campo militare del generale romano Gaio Mario.
Montemerano, dicono, è un amalgama di Monte di Mario. Qualunque sia la sua storia, le pittoresche strade della città e i vecchi edifici amorevolmente conservati lo rendono uno dei luoghi più incantevoli
della Maremma.
Ufficio Turistico: piazza Magenta, Manciano ( 0564 620532)

DA VEDERE

Montemerano non dispone di un elenco di monumenti che sia possibile spuntare per essere soddisfatti di aver visto tutto quello che c’è da vedere.
Il suo fascino infatti risiede nelle strade lastricate e nei cortili nascosti, nel labirinto di vicoli tra piazza della Chiesa e piazza Canzanelli, nelle case di arenaria color cipria e nei balconi ricoperti di edera, tra il cotto e
le persiane verde smeraldo. I proprietari di queste case siedono nei loro cortili a chiacchiere con i vicini che hanno conosciuto per tutta la vita.
Al centro di Montemerano c’è piazza del Castello: costruita come un campo di addestramento nel XII secolo, è una delle più antiche piazze della valle del Fiora. Oggi le armi sono state sostituite dai fiori estivi ben curati che fioriscono da vecchie botti di vino e vengono innaffiati dalla stessa donna che innaffiato tutti i fiori di Montemerano per 20 anni.
Da piazza del Castello, passeggiate attraverso i vicoli per osservare gli architravi finemente scolpiti, le piazze nascoste e gli alberi di glicine. Oppure seguite la discesa giù dalla piazza del Castello per trovarvi in via Italia, la strada principale di Montemerano. Qui i negozi vendono oggetti di artigianato e salse fatte in casa, vini e olio d’oliva. Ci sono anche una manciata di ristoranti che servono gli stessi piatti tradizionali
montemeranesi da generazioni.
Seguite via Italia fino alla Chiesa di San Giorgio, un regalo fatto a Montemerano dai conti Baschi nel XIV secolo. All’interno, i brillanti affreschi del XV-XVII secolo coprono le parti superiori di ogni muro. Sopra e a sinistra dell’altare maggiore c’è un bellissimo affresco che rappresenta uomini e donne che entrano in Paradiso. Dipinto prima di Michelangelo, questo è uno dei pochi affreschi sul Paradiso che raffigura entrambi i sessi in tutto lo splendore della loro nudità. Il santo patrono della città San Giorgio, è raffigurato in vivaci affreschi pastello sul muro di destra. Gli affreschi vicino all’altare mostrano Sant’Orsola e le sue dame di attesa di partire per il loro pellegrinaggio in Inghilterra. Dietro l’altare una serie riccamente intagliata di pannelli illumina l’ambiente con il suo bagliore dorato. Dipinta da Lorenzo di Pietro nel 1455, questa pala d’altare raffigura vari santi in preghiera davanti a una pacifica Madonna col Bambino. Alla sua sinistra c’è una statua lignea del XV secolo di San Pietro, scolpita dallo stesso artista. Di Pietro scolpì quest’opera intensamente espressiva da un tronco di olivo, scavato per evitare che marcisse. A destra dell’altare c’è un altro pannello, la Madonna della Gattaiola (1450), che raffigura Maria in tutta la sua bellezza giovanile.

FOTO MONTEMERANO

COME ARRIVARE A MONTEMERANO

Montemerano è una frazione del comune di Manciano, dal quale dista 6.5 chilometri, Montemerano dista circa 50 chilometri da Grosseto, 159 chilometri da Roma, 192 chilometri da Firenze e 474 chilometri da Milano.

Come raggiungere Montemerano in auto : 

  • da nord : autostrada A1, prendere l’uscita Firenze/Certosa, proseguire sulla strada Firenze/Siena ed uscire a Siena sud, proseguire verso Grosseto, poi Scansano e Montemerano.
  • da sud : autostrada A11 uscita Tarquinia, proseguire sulla SS1 Aurelia fino a Vulci, proseguire seguendo le indicazioni per Manciano e Montemerano

Come raggiungere Montemerano in treno : 

Le principali stazioni ferroviarie sono quelle di Albinia a 40 chilometri, Orbetello a 45 chilometri e Grosseto a 50 chilometri. Dalle stazioni è possibile proseguire in autobus (linea Tiemme, oppure noleggiando un’auto).

Come raggiungere Montemerano in aereo : 

Gli aeroporti più vicini sono quelli di Roma-Fiumicino a 141 chilometri, Firenze a 193 chilometri e Pisa a 203 chilometri.

DOVE MANGIARE A MONTEMERANO

Montemerano offre una variegata esperienza enogastronomica, tra enoteche e ristoranti, il borgo toscano è un vero Paradiso per tutti gli amanti della buona cucina e delle tradizioni culinarie toscane. Non c’è niente di meglio, magari dopo una giornata di benessere alle Cascate del Mulino, che concedersi una piacevole cena in uno dei locali di Montemerano, scoprendo gli ottimi piatti tradizionali maremmani e sorseggiando un bicchiere di buon vino toscano! Iniziamo con il Ristorante Da Caino, 2 Stelle Michelin, nel cuore del borgo di Montemerano, guidato dalla chef Valeria Piccini, annesso alla fornitissima cantina – oltre 20.000 bottiglie – Via della Chiesa 4 – tel. 0564602818. Nella scenografica Piazza del Castello, regalatevi un ottimo tagliere accompagnato da un calice di buon vino presso l’Enoteca Castel Divino, salumi e formaggi locali ed una location da sogno, Piazza del Castello 1 – tel. 0564625027. Rimaniamo tra i vicoli del centro e troviamo l’Osteria dal Moro, accogliente ristorante dove assaporare l’autentica cucina maremmana, Via Giovanni Conti 3 – tel. 0564602574, proseguiamo poi verso l’Osteria Passaparola, all’interno di un antico frantoio, offre ottimi piatti tradizionali spesso rivisitati, ma con grande attenzione alla qualità dei prodotti, Via delle Mura 21 – tel. 0564602983. All’ingresso del paese si trovano il Ristorante La Cascia, accogliente trattoria a gestione familiare, particolarmente apprezzato per i suoi secondi piatti di carne, Via del Bivio 23 – tel. 0564602858, il Ristorante Il Nibbio, aperto sia a pranzo che a cena, propone piatti tipici toscani, dalle carni alla griglia ai piatti di selvaggina, Via del Bivio 22 – tel. 0564602770, e la Vecchia Osteria Cacio e Vino, piatti toscani genuini ma con brio e fantasia, Via del Bivio 16 – tel. 0564602939. Appena fuori dal paese troviamo invece la Pizzeria Mastro Titta, dove poter mangiare anche all’esterno in estate, ottima pizza e piatti tradizionali maremmani, Loc. Pratini – tel. 0564602653, il Ristorante La Limonaia, annesso ad un elegante relais, immerso in un grande parco, con vista sulla piscina o sulla vigna, propone ottimi piatti tradizionali accompagnati dai vini della cantina, Loc. Acquaviva SNC – tel. 0564602890, chiudiamo in bellezza con il Ristorante La Solina, circondato da un grande giardino, accoglienza familiare e straordinari piatti toscani, ottimi i primi con pasta preparata in casa e secondi di carne locale, loc. Poggio Bertino 18 – tel. 3394923507.

DOVE DORMIRE A MONTEMERANO



Booking.com

EVENTI

Festa di San Giorgio

Aprile

Festa di San Giorgio, Aprile La festa di San Giorgio è una vivace festa medievale di tre giorni che celebra il santo patrono di Montemerano. Il momento clou è da sempre quello del lancio di uno gigantesco pallone aerostatico. Montemerano è l’unica città della Maremma ad avere questa tradizione. Generazioni di famiglie locali passano settimane a incollare insieme i delicati quadrati di carta, a prepararne il rivestimento in lacca e ad assicurarsi che asciughino in piano. Tutto il loro duro lavoro è messo alla prova quando gli uomini appositamente addestrati accendono il fuoco sotto il pallone e lo lanciano speranzosamente in aria. Dopo di che, inizia la tradizionale Giostra del Drago. Per iniziare, due uomini sfortunati del paese recitano la parte dei cavalli. Una giovane cavaliere si arrampica su di loro e galoppa attraverso la piazza cercando di uccidere il drago e conquistare l’amore della principessa.

Festa delle Streghe

31 Ottobre – 1° Novembre

Musica, maschere e tanto divertimento per festeggiare tutti insieme la notte più spaventosa dell’anno… Halloween!! Un grande concerto nella scenografica Piazza del Castello che si trasforma nel nascondiglio delle streghe, tanto divertimento, musica e la premiazione della migliore maschera!