Il Parco Faunistico del Monte Amiata

Il Monte Amiata è un antico vulcanico ormai spento che sorge nell’Antiappennino Toscano, in Maremma, tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia.

La montagna sorge nella Toscana meridionale, a 1738 mt e conta una serie di cime poste in continuità l’una con l’altra, Poggio Trauzzolo, Monte Labro, Monte Calvo, Monte Aquilaia, Monte Buceto e Monte Civitella sul versante grossetano della montagna, Poggio Roccone, Poggio Le Perazzette e Poggio Zoccolino sul versante senese.
Sull’Amiata si trovano le sorgenti di alcuni dei fiumi più importanti della Maremma, primo su tutti i fiumi Fiora e Albegna.
In merito alla storia della montagna, sappiamo che l’ultima eruzione vulcanica avvenne 180.000 anni fa, mentre i primi insediamenti umani risalgono alla preistoria, presumibilmente l’Età del Bronzo. Successivamente il territorio fu abitato dagli Etruschi, che ritenevano che questa montagna fosse terra sacra, dimora della loro divinità più importante, Tinia, il dio romano Giove.
La montagna ha un importante passato minerario, in special mondo nella zona di Santa Fiora e Abbadia San Salvatore vi sorgevano alcune delle più importanti miniere di cinabro – utilizzato per ricavare il mercurio – di tutto il mondo.

Il parco faunistico

Il parco faunistico del Monte Amiata occupa una superficie di circa 200 ettari nel comune di Arcidosso. Il parco nasce con l’obiettivo di salvaguardare la fauna locale, al suo interno vivono infatti in libertà molti animali selvatici.

Flora :

Il territorio dell’Amiata ospita numerose specie vegetali autoctone, come l’acero, l’acero campestre, il castagno, il tiglio, il ginepro e il biancospino.

Fauna :

Liberi all’interno del parco vivono numerosi animali selvatici – è possibile avvistarli durante le escursioni libere all’interno del parco, seguendo gli itinerari prestabiliti – il lupo appenninico, il camoscio, il capriolo, il daino, il cervo, il muflone, il cavallo e l’asino amiatino. L’asino amiatino è tra l’altro una razza endemica della Toscana ed in particolar modo del Monte Amiata, questo simpatico asino ha caratteristiche uniche, come ad esempio una croce nera sul manto che va dal garrese alle spalle, un corpo particolarmente muscoloso, orecchie dritte con bordi scuri.