Con una superficie complessiva di 9800 ettari, il Parco della Maremma è una delle riserve naturali più importanti della Toscana. Il territorio del parco è compreso tra i comuni di Principina a Mare e Talamone.
La riserva è anche conosciuta come Parco dell’Uccellina perché per la maggior parte il territorio è compreso nell’area delle dune e dei monti dell’Uccellina.

Il parco naturale

Il Parco della Maremma è stato istituito nel 1975, fu il secondo parco regionale d’Italia ed il settimo al mondo. Il parco ha ottenuto nel 1992 il Diploma Europeo per la conservazione delle aree protette, la loro biodiversità e delle diversità geologiche e paesaggistiche.

Il Parco della Maremma è diviso in cinque aree :

aree palustri e umide della Trappola e foce dell’Ombrone
Paduletto di Collelungo
fascia costiera Porto Vecchio, Cala Francese e Cala Rossa
area boscata Scoglio della Lepre
Area boscata Fosso del Treccione

Ambiente :

Il parco naturale è composto di vari ambienti :

  • Pinete, nell’area della costa maremmana, in particolar modo la Pineta Granducale, di circa 600 ettari nell’area del fiume Ombrone
  • Zone umide, qui si trova infatti una delle più grandi paludi della Maremma, con circa 700 ettari di estensione, nella zona del fiume Ombrone, con la celebre Palude della Trappola
  • Fiumi, all’interno del parco scorrono il fiume Ombrone e numerosi torrenti secondari, nati dopo l’opera di bonifica della zona pianeggiante
  • Grotte, particolarmente interessanti le grotte del Parco della Maremma, tra le più famose la Grotta dello Scoglietto, la Grotta delle Caprarecce, la Grotta dell’Acquazzone e la Grotta della Fabbrica
  • Boschi, principalmente nella sezione dei Monti dell’uccellina, con circa 3.000 ettari di colline ricoperte di fitti boschi
  • Area agricola, particolarmente diffusi frutteti, vigneti, e pascoli
  • Litorale, il più bello della Toscana, con 25 km di spiagge incontaminate che vanno da Talamone a Principina a Mare

Flora :

Il Parco della Maremma è ricchissimo di boschi, in special modo leccio, corbezzolo, lentisco, mirto, erica, fillirea, sughera, sorbo, alloro, biancospino, orniello, acero trilobo, cerro e carpino nero.
Nel territorio delle dune si trovano invece ginepro, ammofila, camomilla di mare, medica marina, giglio di mare, limonio etrusco, eringio, pino marittimo e pino domestico.
Infine nella sezione rocciosa si sviluppa la macchia termofila, qui vivono varie specie vegetali, ginepro fenicio, palma nana, euforbia arborea e oleastro.

Fauna :

La fauna del parco della Maremma è composta da mammiferi, daino, lupo, istrice, martora, volpe, gatto selvatico, cinghiale, faina, lepre, tasso e istrice. Una menzione particolare alla vacca maremmana, specie autoctona della Toscana meridionale.
L’avifauna è concentrata principalmente nelle aree umide, vivono all’interno del parco varie specie, falco pellegrino, falco pescatore, falco di palude, poiana, biancone, fratino, occhione, ghiandaia marina, lodolaio, gheppio, allocco, civetta, barbagianni e assiolo.

Spiagge :

Lungo i 25 km di litorale sabbioso compreso nel Parco della Maremma, si trovano alcune delle spiagge più belle e conosciute della Toscana.

Cala di Forno, si trova nei pressi di Talamone e si può raggiungere via mare o a piedi seguendo un lungo ed impegnativo percorso di circa 10 km tra i boschi del parco naturale. La spiaggia è selvaggia, le acque sono basse e quasi sempre calde e tranquille. Molto spesso in questa spiaggia si possono incontrare cinghiali e caprioli.
Marina di Alberese, è la più famosa del Parco della Maremma, raggiungibile in piedi, in bicicletta o con il servizio navetta. Una grande distesa di sabbia protetta da dune e da una grande pineta.
Collelungo, in prossimità di Alberese, questa spiaggia è tranquilla e poco frequentata, incastonata tra due imponenti pareti di rocciose di falesia. Acque limpide e cristalline.

Eventi

Festambiente

seconda settimana di agosto

(Dalle 17:30; biglietti: €8 prima delle 20.00 e €12 dopo le 20.00 / bambini sotto i 12 anni: gratuito).

Questo festival ecologico della durata di una settimana si svolge a Rispescia, un grande cantiere aperto ai piedi del Parco della Maremma. Il festival comprende corsi gratuiti di yoga e shiatsu, canoa ed escursioni all’aperto, bancarelle di prodotti e alimenti biologici, dibattiti politici e concerti di alcuni dei migliori gruppi rock italiani. Per tutta la settimana, fino a 50 film si danno battaglia per la vittoria dell’annuale Clorofilla Film Festival.

Canto del Maggio, Braccagni

1 maggio

La sede originale del Canto del Maggio, un canto popolare tradizionale maremmano e un festival di poesia in ottava rima. Puoi non conoscere il testo delle canzoni, ma puoi apprezzare la musica, i costumi e il pranzo gratuito.