Feniglia

Si tratta della spiaggia di uno dei due tomboli che collegano la penisola dell’Argentario alla terra ferma, quello della laguna di levante.

Fa parte di un’ area protetta che porta lo stesso nome: la Riserva Naturale Dune di Feniglia. L’ingresso è libero. C’è solo da pagare il parcheggio.

Una pineta di pini marittimi secolari costeggia la spiaggia, per una lunghezza di sei chilometri. Un sentiero asfaltato all’interno della riserva corre parallelamente alla spiaggia per tutta la sua lunghezza e a breve distanza da essa, collegando le due località di Porto Ercole e di Ansedonia. Se non avete portato con voi le vostre biciclette in entrambe i luoghi è possibile prenderle a noleggio. Percorrere questo itinerario a piedi o sulla bici è un’esperienza da non perdere, sia per la sensazione magica che si prova osservando gli imponenti alberi dal basso, che per gli incontri che si fanno con gli animali che abitano la riserva. Le fronde degli alberi proteggono dai raggi del sole, che filtra solo in alto, e anche in piena estate la temperatura all’interno della pineta è molto piacevole. In luglio e in agosto migliaia di cicale fanno sentire il loro suono, creando un sottofondo musicale unico, che vi accompagnerà durante la passeggiata.

Sul lato di Ansedonia è presente un grande  parcheggio. Solitamente si trova posto anche arrivando verso le undici. Per essere sicuri, in estate magari anticipate un po’. Dal parcheggio con un breve tragitto a piedi si arriva all’ingresso della riserva. All’interno è localizzato un presidio di guardie forestali che vigilano sulla sicurezza dei visitatori e degli animali.

Alcuni resti di costruzioni romane sono localizzate sul lato sinistro del sentiero.
Non sono visibili da lì, ma è interessante fare una piccola deviazione per andarle a vedere. Pezzetti che sembrano essere appartenuti a vasellame di coccio sono ancora presenti attorno ai ruderi.

Procedendo sul sentiero si arriva ad una radura. Questo luogo è stato scelto da daini e caprioli come loro residenza. Pascolano sull’area, ma non disdegnano di accettare cibo anche dai turisti. Alla mattina li troverete accanto al sentiero, in attesa di qualche offerta. Se volete portargli qualcosa da mangiare abbiate cura che sia cibo adatto a loro: mele, carote, insalata ed altro cibo indicato per animali erbivori. Non date loro pane, cracker o biscotti. Non hanno paura delle persone e si avvicinano fiduciosi. Nel pomeriggio li vedrete accovacciati a ruminare nella radura, oppure sotto le piante. A quel punto sarà difficile che si avvicinino, dato che saranno sazi.

Qualcuno ha avvistato anche cinghiali addentrandosi nella foresta. Capita invece frequentemente di vedersi attraversare di corsa il sentiero da un daino o da un cerbiatto.

Sul lato che porta al mare si aprono, ogni chilometro circa, dei passaggi che portano alla spiaggia. Sono indicati e, a seconda del punto in cui ci si trova, c’è più o meno da camminare per arrivare al mare. Più lontano si va dall’abitato, verso la parte centrale della spiaggia, e più l’acqua diventa limpida. Anche se, anche in prossimità dei borghi, l’acqua è decisamente pulita. Trattandosi di una riserva naturale, per un lungo tratto non ci sono scarichi che arrivano al mare.
Anche in agosto è sempre possibile raggiungere un punto della spiaggia poco affollato, se solo non si hanno problemi a camminare un po’.

Vicino al mare, i visitatori della riserva si  sbizzarriscono a creare dei ripari, sul modello di quelli realizzati al Parco della Maremma, utilizzando i rami e i tronchi spiaggiati. Si respira un senso di libertà e di unicità con la natura.

Lettini e ombrelloni sono disponibili per chi preferisce le spiagge attrezzate, ma solo alle due estremità della riserva, nei punti più vicini alle due località già indicate. Qui sono presenti anche dei ristoranti, soprattutto sul lato di Porto Ercole, dove è possibile trovare altri parcheggi.

Sul lato opposto al mare si aprono altri sentieri che collegano il tragitto principale con gli altri sentieri secondari che portano sul lato della laguna. In alcuni punti la si può intravvedere tra gli alberi. Avendo fortuna vi potrete imbattere, nei mesi dall’autunno alla primavera, in gruppi di fenicotteri ed altri volatili. Ma i punti in cui poterli avvistare non sono molti e se volete essere sicuri di poterli osservare meglio contattare una guida naturalistica locale. Per chi fosse interessato al tema ornitologico nelle vicinanze si trova anche l’Oasi WWF della Laguna di Orbetello, raggiungibile dall’Aurelia.

Anche la Feniglia, come altre spiagge della Maremma, è perfetta sia per chi vuole trascorrere l’intera giornata al mare, magari interrompendo con una bella passeggiata lungo la riva, che per chi ama alternare il mare ad altri tipi di attività sportiva, come fare trekking, correre o andare in bicicletta.

Per concludere al meglio una giornata già perfetta, vi consigliamo una visita a Porto Ercole o a Porto Santo Stefano, sull’Argentario, oppure ad Orbetello, per gustare le specialità di pesce e gli altri prodotti locali, in un’atmosfera molto piacevole.

Come raggiungerla

Loc. Ansedonia Parco Forestale, Latitudine N 42 ° 25 ‘ 4.456 ”, Longitudine E 11 ° 16 ‘ 54.384 ”, 58015 Loc. Ansedonia GR

Da sud

Prendere l’uscita Ansedonia dall’Aurelia. Svoltare a destra e prendere Via delle Mimose. Girare a sinistra e continuare fino al parcheggio.

Da nord

Prendere l’uscita Albinia-Giannella dall’Aurelia e prendere la strada provinciale della Giannella e poi la SP 161 sull’Argentario, oppure uscita di Orbetello Scalo e prendere la SP 161. Un paio di chilometri prima di Porto Ercole lasciare questa strada e seguire le indicazioni per la Feniglia. Svoltare a sinistra e poi a destra in direzione di Località Poggio Pertuso. Lasciare l’auto al parcheggio e proseguire per circa 200 metri fino a trovare sulla sinistra il sentiero che conduce all’entrata della Riserva.

Contatti e orari

Lato Porto Ercole
Località Poggio Pertuso, 58019 Poggio Pertuso GR
Lato Ansedonia
Loc. Ansedonia Parco Forestale
La spiaggia e la riserva sono a entrata libera.

Luoghi di ristoro nelle vicinanze

Ansedonia :

Al Cartello
Via della Spiaggia, 22, 58015 Orbetello GR – tel. 0564881622

Antico Botteghino Di Ansedonia
Strada Comunale Ansedonia, 18, 58015 Ansedonia GR – tel. 0564882070

La capannuccia
Condominio Ansedonia Sud III, 58016 Ansedonia GR – tel. 0564881314

Porto Ercole :

Ristorante Braccio
Località Feniglia, 58018 Porto Ercole GR – tel. 0564834210

Il Tridente
Località Feniglia, 58019 Porto Ercole GR – tel. 0564834141

Mamma Licia
Località Feniglia, 58019 Porto Ercole GR – tel. 0564835280

Consigli per la visita

Se non avete intenzione di restare in prossimità degli stabilimenti balneari e dei ristoranti, portatevi da bere e da mangiare e siate pronti ad una bella camminata.
Vi consigliamo di avere con voi tutto il necessario per proteggersi dal sole. Un ombrellone, o comunque dei teli per costruire un riparo vi saranno utili.

Se avete deciso di noleggiare le biciclette, sarebbe opportuno contattare i noleggi con anticipo, per essere sicuri di trovarle.

Rent a Bike di Grilli Alan
Loc. Ansedonia Parco Forestale, Latitudine N 42 ° 25 ‘ 4.456 ”, Longitudine E 11 ° 16 ‘ 54.384 ”, 58015 Loc. Ansedonia GR – tel. 328 547 4611
Girobike
Via Dante Alighieri, 7, 58015 Orbetello GR – tel. 0564 865717